TAFFETÀ, CHIFFON, CREPE, ORGANZA

Pubblicato il 21/06/2017

Continuando la carrellata sui tessuti utilizzati per il confezionamento degli abiti da sposa, è il momento di analizzare il taffetà, lo chiffon, crepe e organza. Monì dispone di una vasta scelta presso l'atelier abiti da sposa Palermo davvero vasta, in grado di soddisfare pienamente ogni genere di esigenza, anche quella più insolita. Il taffetà è un tessuto tradizionalmente di seta, caratterizzato da lucidità e brillantezza. Queste sue peculiarità lo portano ad adattarsi perfettamente agli abiti che presentano una struttura importante. Gli abiti confezionati con questo tessuto sono costituiti da forme che modellano perfettamente il corpo della sposa, esaltandone il fascino ed evidenziandone i pregi. Quando si pensa allo chiffon, è inevitabile associare questo tessuto alla fluidità e alla morbidezza. Anche lo chiffon può essere di seta o di fibre meno nobili che, tuttavia, non ne modificano minimamente le peculiarità principali. Proprio l’estrema eleganza e la particolare leggerezza e setosità hanno contribuito a rendere lo chiffon uno dei tessuti più amati per la realizzazione delle creazioni dell'atelier abiti da sposa Palermo, raffinate e seducenti. Il crepe non è un vero e proprio tessuto ma una particolare tipologia di lavorazione. Può infatti essere costituito da tela, raso o seta. La sua principale caratteristica consiste nell’increspatura del tessuto. Il crepe de Chine è particolarmente compatto e vaporoso, mentre il crepe Georgette è decisamente più leggero e leggermente trasparente. L’organza richiede un’estrema abilità nella lavorazione. Il suo impiego consente di realizzare abiti perfetti, caratterizzati da delicatezza e leggerezza. Questa particolare tipologia di tessuto può essere impreziosita con ricami.